Tradingonlineok

Con l’avvento delle tecnologie moderne, da oltre dieci anni a questa parte, investire è diventata un’operazione sempre più semplice. Il PC e soprattutto internet, hanno fatto sì che investitori e broker adoperassero sempre più gli strumenti digitali, mossa che aumentò per certo la quantità di individui coinvolti nel settore di quello che oggi chiamiamo trading online. Vediamo di seguito quali sono le novità di questo nuovo 2017 e in che modo tale mercato procederà nel proprio sviluppo costante.

Tecnologia e investimenti: un 2017 all’insegna del trading online

Ricordate quando in tv o nei film comparivano frammenti video di enormi sale in cui una grande quantità di persone in giacca e cravatta era in continuo moto disordinato, voci che si sovrapponevano una sull’altra e telefonate a bizzeffe? Ecco, malgrado tali scenari siano ancora attuali, la tecnologia ha consentito ai giochi in borsa di muovere su altri fronti.

I broker per il trading online, nel secolo scorso persone fisiche in funzione d’intermediari con il ricevitore del telefono sempre all’orecchio, si sono ‘digitalizzati’ assumendo nuove funzioni. Questi hanno assunto nuove forme, diventando anche piattaforme web su cui chiunque, mediante una semplice registrazione, può investire su vari fronti. Googlando per pochi minuti vi accorgerete di quanto sia ampia l’offerta in questo proposito.

tradingon1Il nuovo 2017, con ogni probabilità, sarà un anno in cui la tendenza cui accenniamo procederà ancora in quest’ultima direzione. Un ulteriore campo in cui le nuove tecnologie hanno invero cambiato il settore finanziario, riguarda la fruizione di notizie. In tal proposito, internet ha da tempo ‘sconfitto’ i giornali, la televisione e la radio, mass media che un tempo erano l’unico polo da cui attingere per rimanere aggiornati sui propri capi d’investimento. Basti considerare la massiccia presenza di giornali e pagine web che si occupano di aggiornare le quotazioni di mercato in tempo reale.

Per non parlare inoltre dei nuovi sistemi informatici dedicati alle valutazioni del rischio di diversi argomenti finanziari, alle startup di bitcoin e di e-payment. O ancora la forte presenza di guide e corsi online da seguire per imparare a investire online e per non incorrere in imprevisti da traders alle prime armi. Il futuro è in parte già segnato da tale rivolta tecnologica.

Trading online: le novità per il 2017

Come abbiamo visto, al netto di una crescita sempre maggiore dell’indice di fruizione di broker online, di pagine web che si occupano dell’aggiornamento degli andamenti delle azioni più varie, la via più prossima che in parte emergerà lungo i prossimi mesi del 2017 sarà con ogni probabilità la seguente. Dal trading online e dalla lettura delle notizie in merito ai trend tramite PC, il prossimo passo vedrà scendere in campo gli smartphone, dispositivi che stanno già spopolando in maniera vigorosa anche in questo ambito.

L’insorgenza di app come ‘Robinhood’, ‘Stocktwist’ o ‘Acorns’, legittimano in qualche misura quanto detto. Sebbene, il subentro, qualora si verificasse, necessiterà per certo di anni, applicazioni del genere mostrano quanto anche il settore mobile tenga d’occhio il trading online. Ad esempio, mediante la prima app citata, ‘Robinhood’, l’utente sarà in grado di fare trading direttamente dallo smartphone, valutare il proprio portafogli, nonché verificare in tempo reale gli aggiornamenti delle quotazioni di proprio interesse.

Questa è una semplice alternativa che probabilmente osserveremo affinarsi durante l’anno, un anno che secondo il parere degli esperti vedrà inoltre accrescere la partecipazione nel cosiddetto social trading. Si tratta di un sistema che viene offerto già da vari broker, mediante cui l’utente può consultarsi e scambiare consigli con altri investitori seguendo magari strategie di pubblico dominio tracciate da investitori più esperti. Una novità questa che, se associata alle altre menzionate, rivela quanto l’evoluzione tecnologica, digitale, sia costante e solida nel trading online.

Migliori piattaforme di trading online: ecco i broker più frequentati

Oggi, chiunque desiderasse incominciare a investire su internet dovrà fare i conti innanzitutto con la scelta del broker online a cui affidarsi, un panorama sempre più ampio e diversificato. Vediamo di seguito le migliori piattaforme del 2017 per effettuare trading online in modo sicuro e legale indicandone le caratteristiche e le peculiarità che le contraddistinguono.

Broker online, le piattaforme consigliate per fare trading: Partiamo subito con l’indicare quel broker che ad oggi occupa il podio di parecchie classifiche redatte da esperti del settore. Parliamo in questo proposito di Plus500, piattaforma online di trading affidabile, sicuro e regolamentato dalla Financial Conduct Authority, ente equivalente alla nostrana Consob, acronimo di Commissione Nazionale per le Società e la Borsa.

Fra le sue caratteristiche mediante cui quest’ultimo riesce ad emergere sulla concorrenza troviamo innanzitutto la possibilità di aprire un conto ricevendo seduta stante un bonus di benvenuto d’importo pari a 25 euro, al netto di qualsiasi versamento; bonus che cresce raggiungendo quota 7 mila euro qualora l’utente decidesse di effettuare un deposito reale. Oltre a questo, in molti hanno l’ardire di eleggere Plus500 come miglior broker online per fare trading in CFD, grazie alla convenienza e all’assenza di commissioni e spese fisse cui il trader deve far fronte in altre sedi. Con Plus500 sarà facoltà di chiunque investire sul forex, sulle materie prime, sugli indici e su quant’altro anche col sistema ‘demo’, metodo che consente di fare trading con denaro virtuale, cioè fittizio, dunque senza correre alcun rischio.

Una valida alternativa alla piattaforma detta è Xtrade, broker autorizzato e affidabile alla stregua di Plus500 mediante cui investire su vari fronti. Peculiarità con cui questo si differenzia dal più celebre menzionato è un’intera sezione dedicata alla formazione. Sarà possibile a tutti gli investitori iscritti su tale piattaforma seguire in maniera gratuita vari corsi formativi per imparare a fare trading online su diversi livelli, ottimo stratagemma per accaparrarsi anche quei traders alle prime armi che abbisognano di strumenti per imparare.

Migliori broker per investire in opzioni binarie e sul forex

tradingon2Per quanto concerne il trading in opzioni binarie, il gradino più alto del podio, in parecchie sedi, è assegnato al celebre 24Option. Tale broker si distingue dalla concorrenza per l’elevato livello di sicurezza e affidabilità che offre. Come le piattaforme indicate nel precedente paragrafo, 24Option è registrato alla Consob.

Parlando di bonus, questo broker offre ai traders un 100% per tutti derivato dalla cifra depositata, caratteristica importante che va a sommarsi alla facoltà di chiedere prelievi immediati, e all’ottimo servizio d’assistenza online. In questo proposito, 24Option è capace di offrire come Xtrade un reparto dedicato alla formazione gratuita e di alto livello a chiunque desideri imparare trucchi e segreti non facili da reperire sul web.

L’ultimo broker di cui desideriamo parlare in questa breve rassegna è 24FX, piattaforma che deriva per l’appunto da una ramificazione di 24Option. Regolamentato dalla Consob, dunque legale e garantito in Italia, tale broker è dedicato in particolare a coloro i quali intendono fare trading sul forex. Fra le sue caratteristiche degne di menzione, la garanzia di un ingente bonus gratuito e rivolto a chiunque sia registrato alla piattaforma, che può raggiungere fino a 10 mila euro nel caso in cui venisse aperto il primo conto.

Strategie di trading online per vincere con maggiore probabilità

Siete principianti nel trading o è la prima volta che vi cimentate in questo variopinto settore? Bene, questo articolo nasce proprio per soddisfare richieste tali, sempre in voga in questi anni di grande successo del trading online. Scopriamo insieme quali sono le migliori strategie da seguire per vincere con maggiore probabilità e limitare al massimo le possibilità di perdita.

Trading online sul forex, le strategie migliori: Per gli investitori alle prime armi privi di un grande bagaglio di conoscenze tale da consentire la progettazione di una strategia valida per fare trading, la mossa migliore da fare è cercare dei corsi qualificati e qualificanti che possano rispondere a tutte le vostre domande. Questi sono invero reperibili sul web oltre a essere offerti spesso in modo gratuito da parecchi broker online.

A ogni modo, vigono sempre e comunque alcuni fattori cui nessun investitore potrà esimersi dal considerare. Parliamo in questi termini della conoscenza del bene su cui si è scelto di investire. Verificare quali sono i fattori che ne variano le quotazioni, visionare il valore storico, considerare l’andamento del prezzo di mercato dello stesso, controllare le previsioni degli analisti circa l’oscillazione della quotazione futura e, tutto sommato, rimanere quotidianamente aggiornati su tutti i fattori che lo circondano così da muoversi in tempo prima di rischiare imprevisti, sono i punti alla base di tutto.

Comunque, investire sul Forex con una buona strategia, potrà portare con ogni probabilità guadagni di diversa entità. Una tattica, spesso ha lo stesso significato di una scommessa, in particolare qualora si desideri ottenere risultati a breve termine. Una strategia nasce sempre da una valutazione del proprio budget ponderando dunque bene la cifra con cui fare trading.

Il passo successivo sarà scegliere un broker forex affidabile e che consenta di usufruire di tutti quegli strumenti che possano aiutare a ritoccare il proprio piano d’investimento. In ogni caso, per i principianti consigliamo il cosiddetto ‘Intraday a breve termine’, soluzione con la quale l’investitore non sarà obbligato a far fronte a considerevoli previsioni e analisi di svariati elementi, condizione necessaria per gli investimenti sul medio e lungo termine.

Strategie per il trading on line in opzioni binarie

Le opzioni binarie sono una tipologia di negoziazione parecchio utilizzata ultimamente grazie alla sua relativa semplicità, i cui rendimenti sono slegati dai sottostanti, dai singoli strumenti finanziari. In questo caso, l’investitore avrà il compito di azzeccare il futuro trend di mercato del bene selezionato, in rialzo o in ribasso che sia.

Anche in questo caso sarà necessario optare per un broker affidabile, magari una piattaforma che consenta di fare trading in demo, cioè utilizzando denaro fittizio e quindi portando a zero il rischio di perdite. Dopo aver preso confidenza con il sistema scelto, la strategia migliore per iniziare a fare trading in opzioni binarie sarà quella di scegliere pochi asset su cui concentrarsi investendo un budget ridotto, che nel peggiore dei casi, andrà perso, senza alcun rischio di rimetterci oltre.

In ogni caso, documentarsi e seguire le guide online o quelle create da broker online come Xtrade, sarà la miglior soluzione per comprendere da sé in che modo progettare e perseguire una strategia di trading che si riveli adatta al fine dell’investitore e al particolare momento storico.

App di trading online per Android e iPhone, come investire da mobile

Alla luce del vasto successo riscontrato negli ultimi anni nel trading online, vari sviluppatori di app e broker online hanno sviluppato e pubblicato parecchie app che tornano invero utili a coloro i quali desiderano investire o aggiornarsi sugli andamenti di mercato in mobilità, tramite smartphone o tablet. Di seguito, rassegniamo in modo sommario le migliori applicazioni per dispositivi Android e iOS per investire da mobile.

App Android per fare trading online. L’investitore privato che desidera monitorare l’andamento dei propri investimenti in tempo reale o intende aprire o modificare di sana pianta la propria strategia di trading potrà trovare utili le seguenti app scaricabili dal Google Play Store e installabili su smartphone che montano un sistema operativo Android.

Fra le app gratis più quotate troviamo ‘Plus500 Trading Online’, programma mediante il quale sarà possibile fare trading di CFD su indici, azioni, Forex, materie prime e quant’altro. L’utente potrà inoltre disporre di parecchi strumenti finanziari simili a quelli che troviamo sul sito web ufficiale del broker, sarà in grado di monitorare in tempo reale le quotazioni di mercato, di ricaricare il proprio conto con Paypal o con una carta di credito e di aprire o chiudere le posizioni del proprio portafoglio di investimenti.

L’applicazione gratuita ‘Xtrade – Online CFD Trading’, ricalca le orme della menzionata. Come noto, Xtrade, è uno dei broker migliori in circolazione che, grazie a questa app per dispositivi Android, consente di fare trading in mobilità su vari fronti senza il bisogno di pagare commissioni. Inoltre sarà facoltà degli iscritti visionare grafici, domandare supporto e avere a portata di mano tutte le proprie negoziazioni, personalizzando e sorvegliando i propri preferiti.

Un’altra applicazione Android degna di menzione è denominata ‘Mercati, Azioni e Forex’, strumento gratuito mediante il quale l’utente potrà aggiornarsi sull’andamento dei prezzi di vari beni quotati, di visionare grafici e storici in tempo reale e di costruire un portafoglio con cui monitorare in breve tempo i propri strumenti finanziari.

guadagnare-trading

Trading online mobile: app per iPhone. Nel caso in cui siate in possesso di un iPhone, potrete allo stesso modo scaricare dall’App Store e installare le applicazioni menzionate nel precedente paragrafo. Ma andiamo a vedere quali sono le ulteriori app con cui sarà possibile consultare grafici, monitorare le quotazioni e fare trading dai terminali iOS.

Fra le più scaricate, troviamo ‘Opzioni binarie: la app di trading di 24option’, programma che dà la possibilità di fare trading sulle azioni, sugli indici, sul Forex o ancora sulle materie prime senza inoltrare alcuna commissione extra o monitorare le proprie posizioni aperte.

A quest’ultima si aggiunge ‘Trading 212 Forex e azioni’ sistema che fa parte delle 10 app più scaricate nella categoria ‘finanza’ dell’App Store con la quale accedere a diversi strumenti finanziari. Si potranno visualizzare ad esempio oltre 750 prodotti, fare trading con denaro fittizio o con denaro reale, leggere le news aggiornate in tempo reale, o ancora, prendere visione di una grande quantità di grafici.

L’ultima app per iPhone di cui oggi vogliamo parlare è ‘eToro – Social Trading’, programma che fa capo alla nota piattaforma omonima di trading. Si tratta di un social network dedicato agli investimenti mediante cui imparare, confrontarsi e condividere con gli altri traders in tempo reale e in maniera gratuita alla stregua di Facebook o Twitter. Sarà possibile in ogni caso investire nei mercati mondiali e controllare il proprio portafoglio di investimenti in modo simile alle altre applicazioni indicate in precedenza.

Consigli di trading online: migliori azioni sulle quali investire

L’entrata nel nuovo anno porta con sé, come di consueto, l’amplificarsi delle richieste dei consigli per fare trading online. Proprio per questo ci occupiamo oggi di rassegnare nei paragrafi sotto un elenco delle migliori azioni sulle quali investire in questo nuovo 2017.

Trading online opinioni: investire nel 2017 imparando dal 2016. Chi è alle prime armi e non solo, può basarsi innanzitutto sul bonus di benvenuti che parecchi broker online offrono ai neoiscritti. Perché non utilizzare ad esempio i 25 euro che la piattaforma di trading online Plus500 offre a coloro i quali sono appena registrati che non hanno ancora effettuato un deposito. Investire mediante tali bonus sarà dunque conveniente ed istruttivo giacché mal che vada si perde una somma di denaro pari al bonus stesso.

Consapevoli che qualunque azione su cui si intenda puntare, necessiterà di un broker affidabile e legale che garantisca un investimento trasparente, per scegliere il proprio trading si dovrà in primo luogo verificare l’andamento del valore storico registrato nell’anno precedente. Tale fattore è piuttosto importante perché consente di imparare proprio dal grafico appartenente al particolare bene su cui desideriamo puntare.

Ad esempio, investire nel Forex, puntando sul rialzo del dollaro richiede inevitabilmente un’attenta considerazione basata sugli sviluppi del mercato statunitense, sulle mosse che il neopresidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump deciderà di intraprendere. Per giustificare quanto detto basta dare un’occhiata agli storici di parecchie materie prime come oro o petrolio. Non soltanto questi, dopo l’elezione di Donald Trump hanno riscontrato grosse oscillazioni. Una situazione similare si verificò nei giorni attorno alla Brexit.

Sostenendo che il 2017 non dovrebbe presentare momenti fatidici di entità simile, grosse oscillazioni derivate da tali fattori non si andrebbero a riscontrare. Comunque, previsioni di questo tipo sono e saranno sempre da prendere con le pinze. L’esperienza politica ha insegnato in questo 2017 proprio tale materia, che vale ancor di più nell’argomento di cui ci stiamo occupando. In ogni caso, nel paragrafo successivo indichiamo alcuni consigli per il trading online esplicitati dalle grandi banche mondiali.

Consigli sul trading online: su cosa investire nel 2017?

Senza dilungarci ulteriormente andiamo a rispondere alla domanda in sottotitolo verificando su cosa consigliano di puntare gli analisti e le grandi banche per questo 2017. L’acquisto del dollaro sul won sudcoreano mediante forward a tre mesi e soltanto su monete sulle quali potrebbero gravare gli attriti derivanti dal commercio è uno dei consigli della banca JPMorgan Chase a cui si aggiunge il suggerimento di puntare sull’euro contro il franco svizzero.

Goldman Sachs, da parte sua, consiglia agli investitori di soffermarsi a considerare il dollaro sulla sterlina in posizione long, scelta che deriva dalla probabile ondata populista cui l’Europa andrebbe con ogni probabilità incontro. Per quanto concerne il cambio euro-dollaro, si prospetta inoltre una certa parità che dovrebbe rimanere tale per tutto il 2017.

In ultima istanza, la banca d’affari di New York, Morgan Stanley, sostiene il rialzo del dollaro specialmente contro il won sudcoreano e lo yen giapponese e tutte le altre valute a basso rendimento. Per giunta, quest’ultima sovraccarica la dose menzionata sopra sostenendo una forte presenza di rischi politici nell’Unione Europea che potrebbe indurre l’euro a crollare nel 2017 in maniera consistente qualora si verificassero ulteriori criticità degli Stati membri.